The Blues Brothers

Belushi e Aykroyd mattatori assoluti in un’opera che fa parte della memoria del cinema, la memoria popolare.

Ci sono titoli che fanno parte della memoria del cinema, quella popolare. Si tratta di titoli che riempivano le sale, al di là dell’apprezzamento critico. E titoli che hanno rappresentato un punto fermo nella varie chiavi che appartengono al cinema, che hanno dettato moda e comportamento. Non c’è dubbio che Blues Brothers faccia parte di questo cartello.


Nel solco dei grandi musical

Una premessa necessaria: trattasi di “musical”, che è l’unica forma d’arte “solo e tutta americana” e gli americani ne sono orgogliosi e gelosi. Belushi e Aykroyd devono trovare cinquemila dollari se voglio salvare l’orfanatrofio che li ha visti crescere. Decidono di rimettere insieme l’antica band e suonare il blues. Nei “musical” bastava molto meno per imbastire una trama. Il film era perfetto in quell’epoca, il 1980, dove lo spettacolo aveva stravolto molti degli schemi tradizionali. E spesso il film musicali avevano assunto quella funzione nel vari decenni. Un americano a Parigi e Cantando sotto la pioggia negli anni cinquanta, Tutti insieme appassionatamente nei sessanta, The Rocky Horror Picture Show Jesus Christ Superstar nei settanta. E su fino a La La land, di adesso, che è un canto nostalgico del bel musical che fu. Ma sarebbero decine i grandi titoli ricordabili.

Un pezzo della cultura americana del 900

Il film è perfettamente speculare al suo direttore, John Landis, un inventore, un anticipatore di stili come nessun altro. Basta ricordare “Thriller”, il video di Michael Jackson con gli zombie. Belushi e Aykroyd divennero quasi all’istante modelli di eleganza: gli occhiali Ray-ban, cravattina sottile, il nero totale dei vestiti, il cappellino a tesa stretta. E quelle battute demenziale che fecero scuola. E poi la striscia infinita di camei: James Brown che fa il predicatore, Ray Charles il venditore di strumenti musicali, Steve Spielberg un insignificante impiegato. Struggente il momento in cui il vecchio Cab Collaway canta il suo eterno Minnie the Moocher. Blues Brothers fa parte della spina dorsale dello spettacolo e della cultura americana del novecento.

SERIE TV
Monday, 09 October 2017

Una serie scoppiettante che ricrea con ottimi esiti lo spirito originale del film di Guy Ritchie. In esclusiva su TIMVISION.

Continua »

CINEMA
Friday, 06 October 2017

Un film urgente come pochi che mette in risalto le grandi contraddizioni che hanno segnato la storia recente dell’Italia repubblicana. Ora su TIMVISION.

Continua »

SERIE TV
Tuesday, 26 September 2017

Fantascienza o attualità? È su TIMVISION la serie tratta dal romanzo di Margaret Atwood vincitrice di 8 Emmy Awards.

Continua »

Da vedere su TIMVISION
Ogni giorno qualcosa di nuovo. Scopri cosa c'è assolutamente da non perdere su TIMVISION. Provare non costa niente: è gratis.
SERIE TV

In equilibrio tra realtà e mito, ecco le quattro stagioni della saga vichinga sul leggendario Ragnar Loðbrók. La serie completa è disponibile solo su TIMVISION.

Continua »

CINEMA

Uno dei migliori film musicali degli ultimi 10 anni. Diretto dall'enfant prodige Damien Chazelle. Ora su TIMVISION.

Continua »

CINEMA

Per chi ama la fantascienza, ma soprattutto per chi ama la scienza. Con Matt Damon e Jessica Chastain. Ora su TIMVISION.

Continua »

le serie in esclusiva
Per gli abbonati TIMVISION le grandi serie arrivano prima. Scopri le serie TV in anteprima e guardale in una maratona non-stop.
SERIE TV
INTERVISTA

L'attrice racconta il personaggio (tutt'altro che amabile) che interpreta in The Handmaid's Tale, serie rivelazione del 2017 e ora in esclusiva su TIMVISION.



SERIE TV
IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA

Una serie scoppiettante che ricrea con ottimi esiti lo spirito originale del film di Guy Ritchie. In esclusiva su TIMVISION.



SERIE TV
ESCLUSIVA - STAGIONI: 1 e 2

Più cupa della vita vera, una realtà fantastica dove non ci sono buoni o cattivi, ma solo maghi corrotti dal loro potere. In anteprima esclusiva su TIMVISION.



SERIE TV
IN ANTEPRIMA ESCLUSIVA

Fantascienza o attualità? È su TIMVISION la serie tratta dal romanzo di Margaret Atwood vincitrice di 8 Emmy Awards.



Il grande cinema su TIMVISION
Per gli appassionati di cinema TIMVISION è il posto ideale: i film si sviluppano sulle ampie sfumature, dalla commedia al giallo, passando per la fantascienza e il cinema d'autore. In più su TIMVISION il grande cinema italiano è sempre di casa.
CINEMA
Fantastico - USA, 1982, 115 min.

Una storia che concentra tutte quelle indicazioni, visioni e temi che spesso il cinema sa trasmettere alla gente. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Drammatico - Italia, 2016, 94 min.

Un film urgente come pochi che mette in risalto le grandi contraddizioni che hanno segnato la storia recente dell’Italia repubblicana. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Azione -

Non solo avventura o fantasy, ma un amore impossibile che richiama la favola della bella e la bestia, persino con un tocco di erotismo.



CINEMA
Azione - USA, Germania, 2009, 160 min.

Il cinema può permettersi tutte le licenze, anche quelle impossibili. Ma Tarantino qui va anche oltre l’impossibile. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Fantasy - Italia, Francia, GB, 2015, 125 min.

Trame coraggiose e del tutto estranee al cinema italiano. Un'audacia premiata dalla candidatura alla Palma d'Oro a Cannes. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Commedia dram. - Italia, 2016, 99 min.

Pif si conferma autore del paradosso con un film italiano che si affranca dai soliti contenuti. È una buona notizia. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Commedia - Italia, 2016, 103 min.

Gabriele Muccino ritrae l'estate dei diciott'anni. Una stagione in cui tutto sembra possibile. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Commedia - Italia, 2016, 93. min.

Paola Cortellesi e Micaela Ramazzotti in un buddy movie al femminile che pensa (anche) al pubblico delle donne. In esclusiva su TIMVISION.










Vai alla home di tvzap.it
Copyright © 1999-2017 Elemedia S.p.A. Tutti i diritti riservati — Gedi Gruppo Editoriale S.p.A. — P.Iva 05703731009