The Magicians

Più cupa della vita vera, una realtà fantastica dove non ci sono buoni o cattivi, ma solo maghi corrotti dal loro potere. In anteprima esclusiva su TIMVISION.

La magia è una forma di potere ambita, specialmente se è appannaggio di pochi come nella serie fantasy The Magicians. La seconda stagione debutta oggi su TimVision e lo fa focalizzandosi sulla corruzione interiore che deriva da questo potere. Ispirata ai romanzi di Lev Grossman, la trasposizione vede protagonista un gruppetto di studenti del college per maghi Brakebills: l'introverso e insicuro Quentin, la frustrata e secchiona Alice, l'egocentrico e outsider Penny, l'eccentrico e signorile Eliot, la superba e modaiola Margo. E poi c'è Julia, che dalla scuola di magia è stata rifiutata nonostante un talento illimitato.


L'esistenza della magia

Nel corso della prima stagione, The Magicians introduceva questo mondo suggestivo e bizzarro: i personaggi scoprivano l'esistenza della magia e di un luogo dove praticarla e imparare a gestirne i vantaggi tanto quanto gli effetti collaterali. La presenza di un antagonista efferato e imprevedibile suggeriva una contrapposizione più netta tra buoni e cattivi di quanto effettivamente avvenuto episodio dopo episodio. Al volgere del finale di stagione la distinzione sfumava, evidenziando la volontà dello show di discostarsi dalle altre serie fantasy più manichee (valga l'esempio di Streghe). L'accenno alla figura del Niffin - chi abusa tanto della magia da lasciarsene totalmente sopraffare - anticipa l'intento di farne uno dei temi principali della seconda stagione.

La realtà fantastica di The Magicians

Negli episodi della seconda stagione la distinzione tra buoni e cattivi non è più ravvisabile; la famigerata Bestia, nemico apparentemente invincibile, svela alla fine il suo volto e le sue ragioni, e non sono quelle di un mostro. Al contempo, tra Quentin e i suoi amici è destinata a insinuarsi quella corruzione menzionata all'inizio: l'esperienza in prima linea senza essere stati adeguatamente istruiti sull'euforia del potere della magia avrà conseguenze drammatiche per almeno uno dei personaggi principali.

The Magicians rifiuta anche la rappresentazione popolare delle figure mitologiche del fantasy: le creature soprannaturali che popolano il regno di Fillory (luogo fantastica che evoca Narnia) rispettano il canone estetico dell'iconografia classica, ma, ostentando il più bieco torpiloquio, si dimostrano ostili, indisponenti e dispettose. Malevoli, a volte crudeli e menefreghiste come dei dell'Olimpo, popolano una fiaba dark per adulti disincantati. Nel mondo di Fillory, riproduzione volutamente stereotipata di un regno fantastico da libro illustrato per bambini, l'inconsistenza della moralità dei protagonisti è resa ancora più evidente dall'arco narrativo riservato a Eliot e Margo; festaioli vacui ed epicurei, sono vittime di un fato che promette loro di non dover fare solo i conti con la corruzione della magia ma anche con quella della politica. Se la prima stagione si concentrava in particolare su Quentin, l'ultimo arrivato alla scuola di magia, la seconda è più equa nella distribuzione del tempo filmico tra i personaggi principali. Separati da archi narrativi correlati ma indipendenti, sono votati a finire fagocitati dai rispettivi crucci e lotte personali. Il nemico di Quentin è il più infido, perché interiore e abituato a nutrirsi delle debolezze sentimentali del mago. 

Alla fine, tuttavia, il percorso più complesso e l'evoluzione più radicale sono destinati a Julia: delusa, ingannata e violentata, è ottenebrata dal desiderio di vendetta. Per lei, che non è stata educata alla scuola di magia ma ha dovuto istruirsi da sola senza la guida di un vero mentore, la seduzione del Male presenta prospettive dagli esiti radicali. Tanto che il suo futuro può contemplare solo una clamorosa disfatta o un altrettanto clamoroso trionfo: la realtà fantastica di The Magicians è più cupa della vita vera.

CINEMA
Wednesday, 06 December 2017

Una commedia godibile, ricca di suggestioni, che stravolge ogni stereotipo in nome dell’armonia tra le più diverse culture. Ora su TIMVISION.

Continua »

SERIE TV
Thursday, 30 November 2017

Dal creatore de I Tudors, la spietata lotta per il potere dei temibili guerrieri vichinghi. La quinta stagione è in esclusiva su TIMVISION.

Continua »

SERIE TV
Tuesday, 14 November 2017

L'avvocato Lockhart torna nell’atteso spin-off della serie The Good Wife. Per lei è arrivato il momento di ricominciare da zero e rimettersi in gioco. In esclusiva su TIMVISION.

Continua »

Da vedere su TIMVISION
Ogni giorno qualcosa di nuovo. Scopri cosa c'è assolutamente da non perdere su TIMVISION. Provare non costa niente: è gratis.
SERIE TV

Un’opera robusta, matura, che non delude coloro che sanno emozionarsi di fronte agli splendori e alle miserie dell’animo umano. Ora su TIMVISION.

Continua »

SERIE TV

L'avvocato Lockhart torna nell’atteso spin-off della serie The Good Wife. Per lei è arrivato il momento di ricominciare da zero e rimettersi in gioco. In esclusiva su TIMVISION.

Continua »

SERIE TV

Una funambolica serie tv che sballotta i suoi spettatori indietro nel tempo alla ricerca di un pericolosissimo criminale. Ora su TIMVISION.

Continua »

le serie in esclusiva
Per gli abbonati TIMVISION le grandi serie arrivano prima. Scopri le serie TV in anteprima e guardale in una maratona non-stop.
SERIE TV
SERIE TV

Un’opera robusta, matura, che non delude coloro che sanno emozionarsi di fronte agli splendori e alle miserie dell’animo umano. Ora su TIMVISION.



SERIE TV
SERIE TV

Una funambolica serie tv che sballotta i suoi spettatori indietro nel tempo alla ricerca di un pericolosissimo criminale. Ora su TIMVISION.



SERIE TV
SERIE TV

Dal creatore de I Tudors, la spietata lotta per il potere dei temibili guerrieri vichinghi. La quinta stagione è in esclusiva su TIMVISION.



SERIE TV
SERIE TV

Un inno al girl power che ha contribuito a rivoluzionare gli equilibri di genere nelle produzioni televisive. Ora su TIMVISION.



Il grande cinema su TIMVISION
Per gli appassionati di cinema TIMVISION è il posto ideale: i film si sviluppano sulle ampie sfumature, dalla commedia al giallo, passando per la fantascienza e il cinema d'autore. In più su TIMVISION il grande cinema italiano è sempre di casa.
CINEMA
Commedia - Italia, 2016, 90 min.

Una commedia godibile, ricca di suggestioni, che stravolge ogni stereotipo in nome dell’armonia tra le più diverse culture. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Commedia - Italia, 2017, 90 min.

Un inno alla semplicità e alla leggerezza che ben si allinea con il rifiuto delle sovrastrutture mentali e sociali che noi stessi ci creiamo ogni giorno.



CINEMA
Drammatico - IT/FR, 2016, 134 min.

Cinema di qualità in un'epoca in cui le sicurezze sono quelle dei programmi pomeridiani della televisione. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Thriller - USA, 2015, 140 min.

Steven Spielberg e Tom Hanks: due sicurezze, due protagonisti che quando escono nelle sale 'li vai a vedere'. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Azione - USA, 2016, 139 min.

Matthew McConaughey protagonista di un film su una vicenda complessa, decisamente critica e quasi sconosciuta. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Commedia - USA, 2007, 131 min.

Un'opera che assume un ruolo fondamentale nell'evoluzione del musical. Un insieme di quadri musicali, ciascuno con una sua personalità.



CINEMA
Commedia - Italia, 2016, 95 min.

Una Polignano a Mare imbiancata dalla neve diventa teatro di equivoci, avventure e disavventure. Con Laura Chiatti e Riccardo Scamarcio. Ora su TIMVISION.



CINEMA
Musical - USA, GB, Germania, 2008, 108 min.

Trama vera e divertente, cast più che ricco col supporto delle rapinose canzoni degli Abba. Un musical imperdibile, da guardare su TIMVISION.










Vai alla home di tvzap.it
Copyright © 1999-2017 Elemedia S.p.A. Tutti i diritti riservati — Gedi Gruppo Editoriale S.p.A. — P.Iva 05703731009